Gleen Gould – Goldberg Variations, Stefano Guglielmin

888750910417

Affacciato sul mondo interiore
chiami identità quanto sporge dalla sedia
e sedia la metafora da cui non cadi.

Tocchi lo specchio che hai dentro, rifletti

diventi luce quando il tasto compare.

Gleen Gould: straordinario pianista cristallino, dalla mano leggera e dalla voce incancellabile, suonò per tutta la vita su una cigolante sedia costruita dal padre. Forse sofferente della sindrome di Asperger, di certo testimone di quanto l’interiorità e l’esteriorità si diano insieme.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...