The Soul Survivors – Compared To What, Graziano Uliani

unnamed

Era l’edizione 2005 del Porretta Soul Festival, e fu un’ anno ricco di momenti magici. C’era una line-up di tutto rispetto: Isaac Hayes & The Movement, Booker T. & The MGs, Billy Preston, The Soul Survivors con Les McCann, Cornell Dupree, Chuck Rainey, Buddy Williams e Ronnie Cuber, la Platinum Band, Cicero Blake, Nellie “Tiger” Travis. Poi Andrea Mingardi & the Rossoblues Brothers Band per un tributo a Ray Charles da cui fu tratto un bel disco live e le Foxy Ladies, ovvero le sorelle Baccaglini che nel 2016 raggiunsero la fama a The Voice. Billy Preston, nonostante fosse dolorante per un ascesso ad un dente fece una performance strepitosa . Non poteva prendere anti infiammatori per via dei reni malandati ma rimediammo con una borsa di ghiaccio e un pò di riposo in un letto dell’Hotel Roma. Fu accompagnato per una seduta di dialisi all’ospedale di Vergato. Il medico premuroso che si prese cura di lui mi disse “…guarda che è messo male….come fa ad andare in giro in queste condizioni”. Fu il suo ultimo tour, morì un anno dopo. Avere conteporaneamente due sezioni ritmiche com Booker T. & The MG’s e i Soul Survivors (Les McCann, Duprée, Buddy Williams , Rainey ) era una soddisfazione enorme. La cosa incredibile fu quello che mi disse Donald “Duck” Dunn: “Tu e Porretta avete avuto il merito di avermi fatto incontrare per la prima volta in vita mia il mio mito Chuck Rainey, non l’avevo mai incrociato prima!”
Les McCann, invece era reduce da un ictus, ed era rientrato da poco nel giro della grande musica. Dopo il suo set , circondato dai fans si era fatto spingere sulla sedia a rotelle fino alla postazione del piadinaro per assaggiare le specialità romagnole. Troppo tardiva la comunicazione che non poteva bere. Un paio di birre lo avevano mandato al tappeto, facendo scambiare una sbronza per un infarto. Dopo aver passato una notte all’ospedale di Porretta, fu accompagnato in hotel la mattina sucessiva, attraversando il mercato settimanale del sabato in sedia a rotelle, con addosso soltanto un camicione prestato da un infermiere. Grazie ancora al Dr. Lorenzo Pianazzi. Come scrive Edoardo Fassio nel suo libro “Soul City Porretta Terme Il Festival e La Musica”, “….Era da tanto che non mi divertivo così” , giurava Les McCann a chi gli chiedeva com’era andata.

PS: Graziano Uliani è l’ideatore del Porretta Soul Festival, da più di trentanni il più grande festival soul al di fuori degli U.S.A., per integrare questo racconto con qualche notizia in più sul festival si può leggere “Soul City, Porretta Terme il festival e la musica” di Edoardo Fassio Ed. Volo Libero. Il sito del Porretta Soul è http://www.porrettasoulfestival.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...